5 agosto 2007 § 2 commenti

E’ come bramare il sonno totale: ogni secondo del giorno aspetti l’abbiocco ammaliante, pregando per un non risveglio, per poter evitare quella sensazione di anima affogata, di caos che arriva tutto insieme e ti fa sobbalzare l’anima.
Puro terrore: la realtà arriva come una valanga per congelare per qualche istante il tuo cuore, prima di aiutarti a ricordare che i nodi da sciogliere sono parecchi.
Di nuovo all’inferno.
Sembra così lontano il dolce fiume che scorre, caro maestro.

Annunci

§ 2 risposte a

  • Sull3nGirl ha detto:

    …………………………..caos……..caos……..caos……………e vorresti solo nuotare nel mare della tranquillità

  • Afraidofobia ha detto:

    credo che ora forse puoi capire appieno i miei discorsi sul piacevole autolesionismo…benvenuta nel club…di noi poveri sfigati.
    La dike ci è avversa stefy, ma anche questo fa parte della vita. e allora…viviamocelo e vaffanculo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo su is a star ★.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: